Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_miami

Anagrafe

 

Anagrafe

 

REGISTRY OFFICE
anagrafe.miami@esteri.it 


Forms and Istructions available: :
AIRE Application Form


Orari di apertura ufficio anagrafe

 

 

 

Per richieste di informazioni si consiglia di scrivere un email all'indirizzo anagrafe.miami@esteri.it. L'ufficio anagrafe può essere in alternativa contattato telefonicamente dalle ore 13:00 alle 15:00 ai seguenti numeri

305 779 5093

305 779 5095

305 779 5085

Oppure tramite centralino ai seguenti interni:  214 - 227 - 230

Si informa che l'erogazione dei servizi di Anagrafe avverrà solo su appuntamento prenotabile online al seguente link:

Prenota Online

L’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.) è stata istituita con legge 27 ottobre 1988, n. 470 e contiene i dati dei cittadini italiani che risiedono all’estero per un periodo superiore ai dodici mesi. Essa è gestita dai Comuni sulla base dei dati e delle informazioni provenienti dalle Rappresentanze consolari all’estero.

L’iscrizione all’A.I.R.E. è un diritto-dovere del cittadino (art. 6 legge 470/1988) e costituisce il presupposto per usufruire di una serie di servizi forniti dalle Rappresentanze consolari all’estero, nonché per l’esercizio di importanti diritti, quali per esempio:

·         la possibilità di votare per elezioni politiche e referendum per corrispondenza nel Paese di residenza, e per l'elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento Europeo nei seggi istituiti dalla rete diplomatico-consolare nei Paesi appartenenti all'U.E.;

·         la possibilità di ottenere il rilascio o rinnovo di documenti di identità e di viaggio, nonché certificazioni;

·         la possibilità di rinnovare la patente di guida (solo in Paesi extra U.E.; per i dettagli consultate la sezione Autoveicoli - Patente di guida).

Devono iscriversi all’A.I.R.E.:

·         i cittadini che trasferiscono la propria residenza all’estero per periodi superiori a 12 mesi;

·         quelli che già vi risiedono, sia perché nati all’estero che per successivo acquisto della cittadinanza italiana a qualsiasi titolo. 

Non devono iscriversi all’A.I.R.E.:

·         le persone che si recano all’estero per un periodo di tempo inferiore ad un anno;

·         i lavoratori stagionali;

·         i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero, che siano notificati ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e sulle relazioni consolari rispettivamente del 1961 e del 1963;

·         i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO dislocate all’estero.

L’iscrizione all’A.I.R.E. è effettuata a seguito di dichiarazione resa dall’interessato all’Ufficio consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento della residenza e comporta la contestuale cancellazione dall’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) del Comune di provenienza.

All’apposito modulo di richiesta (reperibile nei siti web degli Uffici consolari) va allegata documentazione che provi l’effettiva residenza nella circoscrizione consolare (es. certificato di residenza rilasciato dall’autorità estera, permesso di soggiorno, carta di identità straniera, bollette di utenze residenziali, copia del contratto di lavoro, ecc.).

L’iscrizione può anche avvenire d’ufficio, sulla base di informazioni di cui l’Ufficio consolare sia venuto a conoscenza.

L'iscrizione all'A.I.R.E. é GRATUITA.

Per le modalità di invio dei moduli via mail, fax, ecc. vi suggeriamo di visitare il sito web dell’Ufficio consolare competente per territorio.

L'aggiornamento dell'A.I.R.E. e’ responsabilita’ del cittadino.

Il mancato aggiornamento delle informazioni, in particolare di quelle riguardanti il cambio di indirizzo, rende impossibile il contatto con il cittadino e il ricevimento della cartolina o del plico elettorale in caso di votazioni.

È importante che il connazionale comunichi il proprio indirizzo in modo corretto e completo attenendosi alle norme postali del Paese di residenza.

***Come EFFETTUARE L’ISCRIZIONE all'A.I.R.E.***

La richiesta di iscrizione all'A.I.R.E. può essere fatta dall'interessato (per sé e per i propri familiari di cittadinanza italiana) tramite il Consolato del luogo di residenza all'estero. È anche previsto che il Consolato provveda d'ufficio all'iscrizione nella propria anagrafe consolare e successiva richiesta di iscrizione all’AIRE del Comune italiano,  quando venga a conoscenza ed abbia le prove del fatto che il cittadino risiede stabilmente nella propria circoscrizione consolare.

L’iscrizione all'AIRE puo’ essere richiesta di persona presso gli Uffici del Consolato (ma solo prendendo l’appuntamento on line) oppure inviando la documentazione via posta ordinaria utilizzando l'apposito FORMULARIO, debitamente compilato in tutti i campi, allegando i seguenti documenti (o spedendone copia in caso di richiesta inviata per posta):

  • Fotocopia del passaporto italiano;
  • Fotocopia di bolletta di un'utenza (elettricita’, acqua, telefono, cable TV, libretto di circolazione dell'auto -"Vehicle Registration", etc., ma NON estratti conto bancari e NON corrispondenza privata) o del contratto di affitto di una casa/appartamento, se tali documenti sono emessi a nome di altra persona occorrera’ che quest’ultima dichiari che sta ospitando il richiedente e alleghera’ alla dichiarazione fotocopia di documento di identita’ in corso di validita’;
  • Fotocopia eventuale patente di guida o carta d'identità rilasciata dallo stato estero di residenza, (non quella italiana o di altri paesi!);
  • Fotocopia eventuale "Permanent Resident Card" oppure Visto USA di lunga durata.

***Come comunicare la variazione dell’indirizzo estero***

Il modulo di “Dichiarazione Nuovo Indirizzo” si usa solo se si e’ rimasti nella medesima circoscrizione consolare, se invece ci si sta trasferendo da una circoscrizione consolare ad un’altra si deve compilare il modulo per nuova iscrizione):

Basta scaricare il modulo di “Dichiarazione Nuovo Indirizzo” dal link sopra riportato ed allegare:

-          fotocopia del passaporto italiano o di documento di identita’ in corso di validita’;

-          una prova del nuovo indirizzo quale la fotocopia di bolletta di un'utenza (elettricita’, acqua, telefono, cable TV, libretto di circolazione dell'auto -"Vehicle Registration", etc., ma NON estratti conto bancari e NON corrispondenza privata) o del contratto di affitto di una casa/appartamento, se tali documenti sono emessi a nome di altra persona occorrera’ che quest’ultima dichiari che sta ospitando il richiedente e alleghera’ alla dichiarazione fotocopia di documento di identita’ in corso di validita’.

Attenzione:

  • Chi si sposta da una nazione ad un’altra, o da una giurisdizione consolare ad un’altra deve compilare il modulo di nuova iscrizione. Il Consolato necessita delle informazioni contenute nel modulo di iscrizione.
  • La parziale compilazione del formulario o la compilazione con dati errati puo’ ritardare o compromettere l’iscrizione.

***COME TRASFERIRE L’ISCRIZIONE DALL’AIRE DI UN COMUNE***

*** ALL’ AIRE DI ALTRO COMUNE***

Richiesta di trasferimento dell'iscrizione A.I.R.E. presso altro Comune italiano.

Si puo’ chiedere di passare dall’AIRE di un comune all’AIRE di un altro comune solo nei seguenti due casi:

1) se un membro del proprio nucleo familiare e’ iscritto nell'Aire o nell'anagrafe della popolazione residente del comune desiderato;

2) se il comune desiderato e’ quello di nascita.

“Iscrizione per trasferimento da AIRE ad altra AIRE La Legge n. 470/88 prevede, all’art. 2, comma 1, lett. b), il trasferimento dall’AIRE di un comune all’ AIRE di un altro comune, su nuova domanda dell’interessato, a condizione che nel comune ove si richiede l’iscrizione vi siano membri del nucleo familiare già iscritti in AIRE o in A.P.R.. Al riguardo deve essere precisato che, come specificato nella Circolare del Ministero dell’Interno MIACEL n. 5/93, "Il nucleo familiare è composto dai coniugi, con esclusione del coniuge legalmente ed effettivamente separato, e dai figli ed equiparati, ai sensi dell'articolo 38 del decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1957, n. 818, di età inferiore a 18 anni compiuti ovvero, senza limite di età, qualora si trovino, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, nell'assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un proficuo lavoro, nel caso in cui essi siano orfani di entrambi i genitori e non abbiano conseguito il diritto a pensione ai superstiti".L’altra possibilità di trasferimento da AIRE in AIRE, concessa indirettamente dalla norma, è data dal disposto di cui all’art. 6 della Legge n. 15/92. Tale norma prevede che gli italiani residenti all’estero possano, in qualunque momento, inoltrare al Sindaco del comune di nascita, per il tramite della competente Autorità consolare, richiesta di iscrizione nelle liste elettorali dello stesso comune. Se la domanda è accolta, l’interessato deve, di conseguenza, essere iscritto nell’AIRE del medesimo comune.La decorrenza giuridica del trasferimento da AIRE in altra AIRE segue le stesse regole della richiesta di iscrizione per trasferimento della residenza all’estero.”

 

Utilizzare questo MODULO per chiedere di passare dall’AIRE di un comune all’AIRE di un altro comune


18