Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_miami

Trascrizione atto di nascita

 

Trascrizione atto di nascita

Trascrizione dell’atto di nascita formato all’estero di figlio/a di cittadino/a italiano/a o di entrambi i genitori di cittadinanza italiana

I figli di cittadini entrambi italiani o di almeno uno dei due genitori con cittadinanza italiana, anche se nati all’estero ed eventualmente in possesso di un’altra cittadinanza, sono cittadini italiani. Pertanto la loro nascita deve essere trascritta nei Registri di Stato Civile del Comune di ultima residenza (o di iscrizione all’AIRE) di uno dei due genitori, in Italia.

  • Documenti da presentare per la trascrizione in Italia:
  • Richiesta di trascrizione dell’atto di nascita redatta su apposito formulario: Richiesta trascrizione atto di nascita
  • Atto di nascita, emesso dal competente Ufficio di Stato Civile del Paese in cui si e’ verificato l’evento, che riporti nomi e date di nascita dei genitori (importante controllare l’esattezza di tutti i dati riportati sul certificato; vedasi in calce gli indirizzi degli Uffici che rilasciano tali certificati in questa giurisdizione consolare). Esso corrisponde al “Certification of Live Birth”, che costituisce il formato piu’ completo nella maggior parte degli Stati di questa giurisdizione consolare, ed in generale negli Stati Uniti;
  • Traduzione in italiano dell’atto di nascita effettuata dal/i diretto/i interessato/i oppure da un traduttore qualificato (link alla lista dei traduttori noti a questo Consolato Generale). Essa deve essere rispettare l’ordine dei campi e dei dati riportati sull’originale, deve essere integrale e non un sunto, dattiloscritta e non riportare conversioni di pesi e/o misure;

Fotocopia dell'atto e della traduzione (eventualmente ridotti) su formato A4 stampato su un solo lato del foglio, avendo cura di fotocopiare tutte le facciate in cui appre un timbro, una firma o una stampa.

  • Apostille dell’atto di nascita (per tutti quei Paesi che hanno aderito alla Convenzione dell’Aja del 1961, tra i quali Stati Uniti e Italia, la Apostille costituisce la legalizzazione dell’atto; vedasi link con gli indirizzi degli Uffici che rilasciano le Apostille). In questa circoscrizione consolare soltanto la Giamaica non e’ Stato firmatario di detta Convenzione, in questo caso l’atto di nascita sara’ legalizzato da un funzionario del Ministero degli Affari Esteri della Giamaica, e la firma di tale funzionario sara’ a sua volta legalizzata dal Console Onorario in Giamaica. Vedi link su Apostille
  • Documentazione comprovante la cittadinanza italiana di almeno uno dei genitori (carta d’identità, passaporto italiano o certificato di cittadinanza italiana);
  • Fotocopia del documento di identita’ di entrambi i genitori.

N.B. Per poter richiedere la trascrizione in Italia dell’atto di nascita del proprio figlio occorre che il proprio matrimonio, se avvenuto antecedentemente alla nascita del figlio e celebrato all’estero, sia trascritto. In assenza di matrimonio, entrambi i genitori si dovranno presentare personalmente presso questo Consolato Generale, con i documenti di nascita sopra specificati, per firmare l’ “atto di riconoscimento di paternita’ di figlio nato fuori dal matrimonio” (art.245 “Codice Civile” e artt. 42, 43, e 45 D.P.R. 396/2000).

Se il cognome del figlio, sull’atto di nascita, e’ composto dai cognomi di entrambi i genitori, (quindi doppio cognome) dovra’ essere firmata da entrambi questi ultimi presso questo Consolato Generale una istanza per optare per il doppio cognome, in quanto la legge italiana stabilisce che, nel caso non sia espressa una scelta differente, al figlio sia attribuito il solo cognome paterno. Richiesta opzione cognome (ATTENZIONE: DA FIRMARE DAVANTI ALL’ADDETTO CONSOLARE DELLO STATO CIVILE O DAVANTI AD UN NOTARY PUBLIC)

Tutti i documenti possono essere spediti per posta ordinaria, essi dovranno essere in originale o copia conforme all’originale (True Copy), salvo nei casi dove si specifica che vengono richieste fotocopie. In alternativa possono essere depositati senza appuntamento presso gli sportelli del Consolato ma senza essere ricevuti dall'operatore.


147